Assistenza Domiciliare Integrata - Metodologia di lavoro

Metodologia di lavoro

L’organizzazione del Servizio privilegia il metodo del lavoro di equipe per favorire l’integrazione delle conoscenze e l’ottimizzazione degli interventi sulla persona. L’equipe di lavoro agisce, in un’ottica di continuità delle cure, in modo integrato con il Medico di medicina generale ( MMG ), la famiglia e i servizi territoriali dell’ASL e del Comune. Risulta, infatti, fondamentale opera d’informazione della rete dei servizi attivi sul territorio, loro accessibilità e metodologia di utilizzo.
L’equipe integrata monitora le condizioni psico-fisiche dell’utente ed il grado di partecipazione del contesto familiare presente svolgendo, ove è possibile, attività di educazione sanitaria; periodicamente si rivaluta il reale raggiungimento degli obiettivi intermedi di cura prefissati.
Il piano di cura definito nel PAI, infatti, può subire delle modifiche in risposta al variare dei bisogni dell’utente.
E’ possibile effettuare una richiesta di rinnovo o variazione del profilo in corso; tale richiesta è portata avanti dalla RSA De Rodolfi –ADI – che, in accordo con il MMG (unico responsabile delle cure), chiede all’Unità Valutativa ASL distrettuale di proseguire o cambiare il programma di cura non ancora concluso.
Tutte le prestazioni domiciliari erogate sono registrate su appositi moduli ( modulo di registrazione accessi firmato sia dall’operatore che dal paziente/caregiver/tutore- diario assistenziale ove descrivere l’operato e l’andamento della situazione presente). Tali moduli, insieme al Piano Assistenziale Individualizzato (PAI) ed eventuale documentazione sanitaria, completano il fascicolo socio sanitario personale dell’ assistito.
Al termine del periodo di cura autorizzato, i moduli sottoscritti dall’utente o dal suo curatore/tutore, saranno trasmessi, insieme al buono voucher, alla Centrale Operativa di Pavia.

Giorni/orari di prestazione

Le attività sono garantite 7 giorni alla settimana in una fascia oraria compresa dalle ore 8.00 alle ore 20.00, da concordare con la famiglia ed in base a quanto previsto nel piano assistenziale.